Occhio Azzurro : la sorgente degli Dei

L’occhio azzurro  è una sorgente carsica situata nella città di Saranda , nel sud dell’Albania. Ha una portata di 6 m³/s che ne fanno la sorgente più ricca del paese.La sua profondità è di ben 45 metri.

L’acqua sgorga ad una temperatura di 12,75°. Sullo sfondo della chiara roccia calcarea la sorgente assume una colorazione blu scura alla quale è dovuta il nome.
L’acqua in superficie è di colore blu.Ci sono altre 17 sorgenti di questo tipo ai piedi della stessa montagna (Mali i Gjere) però l’occhio azzurro è il più grande e il più interessante.

La sorgente degli Dei
La leggenda racconta che tanto tempo fà ci fu un vento molto forte cosi forte che si mosse persino il fondo del mare e il fondo del mare fece uscire un serpente .Cadde una nuvola ed il serpente lo buttò nella montagna di Sopot. Questo serpente gigante mangiava gli animali e rovinava i raccolti delle persone.Un giorno un anziano con un asinello carico di materiale facilmente infiammabili si dirige verso il serpente ed incendiò il prodotto infiammabile sopra’asino.Il serpente gigante a questo punto si mangio l’asino con tutta il materiale incendiato e cosi il serpente si bruciò all’interno.
Il rettile urlava dicendo ” dove sei mare che mi hai messo al mondo e tu fiume che sei mio fratello” e si sdraio morente.
A questo punto partirono sia il mare che il fiume ne suo aiuto ma non riuscirono a salvare il serpente il quale continuava a sbattere la coda sulla facciata della montagna lasciando così i segni che si vedono.
Da quel giorno la montagna ed il mare sono legati l’uno all’altro come padre e figlio. La leggenda narra appunto che fu il mare il motivo della montagna che spinge acqua da sotto.

Chi l’ha chiamata Occhio Azzurro ?
La sorgente cambio il nome da (Burimi i Zotit  in albanese) “La sorgente degli Dei” in “Occhio azzurro” nel 1950 quando si iniziarono a studiare queste sorgenti ai piedi della montagna.Si dice che il nome glielo ha appropriato un ingegnere il quale aveva la moglie con gli occhi azzurri e questa sorgente gli riaccordava gli occhi della moglie.

Oggi questa meraviglia della natura è visitato da tantissimi turisti ed è il benedizione di tante coppie appena sposate.
Si trova a 2 km dalla strada principale che collega Saranda con Gjirokastra

Facebook Comments